Si presenta sereno in sala stampa, Gigi Simoni dopo il ko interno con il Sassuolo.Il mister di Crevalcore analizza così la gara:
"Peccato per il risultato, abbiamo perso contro una squadra molto forte e quindi non ho niente da rimproverare ai miei. Loro hanno ottime capacità nel finalizzare il gioco, non a caso sono secondi in classifica. Da una parte - continua - sono contento per Pea, dall'altra non sono contento per il risultato, forse a noi ci è mancata l'individualità in attacco che ha il Sassuolo con Sansone. La qualità individuale di questo grande giocatore ha deciso la gara. Loro hanno questa fortuna, la differenza sta tutta qua. Un po' come le grandi squadre che hanno il campione che ti fa vincere le gare"
, continua Simoni. Dove arriverà questo Sassuolo?
"Sono più bravi di noi, è una squadra costruita per vincere, che gioca in serie b da diversi anni."
Di nuovo fatali i primi 20 minuti di gara?
"Sì, come al solito i primi minuti hanno condizionato un po' tutto, ci lavoreremo cercando di risolvere il problema il prima possibile. Ma ripeto, la differenza è stata tra i nostri e i loro attaccanti come finalizzatori."
La difesa è andata bene, Caracciolo e Bendetti sono stati super, c'era qualche timore per l'assenza di Coattafava:
"Abbiamo sofferto qualcosina all'inizio, ma poi non ho proprio nulla da rimproverare ai miei."
Infine per concludere, il mister parla del cambio Buchel-Raggio Garibaldi:
"Ho tolto Raggio, era stanco, Buchel ha un gran tiro da fuori, ho pensato a una sua giocata per cercare il pareggio."
Dopo mister Simoni, fanno la loro comparsa in sala stampa i due ex rossoblù in forza al Sassuolo Magnanelli e Marchi. Inizia prima Maganelli:
"É stata una partita dura, perchè sapevamo di affrontare una squadra che a parte col Vicenza aveva racimolato 7 punti in 3 gare. Il Gubbio ci ha messo in difficoltà, noi non eravamo in giornata, dobbiamo ringraziare il nostro portiere Pomini che ha fatto un grande intervento su Ragatzu. Vogliamo riscattare la scorsa stagione che è stata deludente, per adesso i risultati ci stanno dando ragione, poi si vedrà più avanti."
Si salverà il Gubbio?
"Secondo me sì, o almeno lotterà fino alla fine, anche oggi hanno sfiorato il pari per un niente."
Poi è la volta di Ettore Marchi. Da eugubino che emozioni ha provato?
"Grandi emozioni, già c'ero stato da ex col Bellaria, ma devo dire che oggi sono state ben più grandi. Col Bellaria c'erano 1000 persone, mentre oggi lo stadio era pieno.Per me è stata una giornata indimenticabile, a partire dalla premiazione, dagli applausi dei miei tifosi. Come ha visto il Gubbio? "
Ho visto una squadra combattiva, escluse quelle due/tre squadre come Torino, Samp e Padova il livello è quello.
" Un commento sul pubblico eugubino...."

É stato encomiabile, ma devo dire che anche il nostro non è stato da meno, anche nel derby col Modena ci hanno sempre incitato e spinto. Quindi ribadisco che anche i nostri tifosi sono calorosi e io ne sono orgoglioso"

Emanuele Giacometti
Corriere dell'Umbria Lunedì 14 Novembre 2011





0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Gubbio Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altri articoli su Gubbio Notizie

News dalla Provincia di Perugia

Offerte di lavoro a Gubbio e dintorni