L'Orto di palazzo Fonti

La gente in tempo di crisi riscopre gli angoli della propria città. Meno viaggi nelle mete turistiche, meno prenotazioni, inevitabilmente un occhio più attento al proprio portafogli ma, questo determina una maggiore attenzione alle peculiarità locali spesso lasciate nel dimenticatoio. É il caso dell'Orto di palazzo Fonti. A poche settimane dall'inaugurazione il giardino urbano ha già registrato un cospicuo numero di presenze. L'Orto, intitolato nel 2010 ai "Genitori di Sant'Ubaldo", è stato restituito alla città grazie alla convenzione firmata a maggio tra Famiglia dei Santantoniari, che ne è proprietaria e qui ha sede e Comune. Il sodalizio di Sant'Antonio ha deciso di aprire i cancelli con questa opportunità unica con l'intento di rendere questo gioiello architettonico, angolo verde nel cuore del centro storico racchiuso tra i palazzi più antichi e pregevoli, un luogo vivibile e parte della vita cittadina. Commento più che positivo da parte del presidente Alfredo Minelli, che esprime la "soddisfazione mia e di tutta la Famiglia."
"L'apertura sta andando bene - ha aggiunto - le visite giornaliere sono molte, ci colpisce in particolare che siano soprattutto le famiglie con i bambini, a trascorrere qui le giornate. Da sottolineare l'impegno volontario costante di tutti i Santantoniari e delle famiglie che abitano intorno che si sono da subito mostrate sensibili e disponibili a mantenere curato e in ordine il giardino. L'intenzione è di riproporre l'apertura dell'Orto ogni estate. Nelle prossime settimane arricchiremo il perimetro con giochi per bambini per render ancor più accogliente questo spazio comune. Diverse iniziative sono state realizzate negli ultimi anni, come il presepe vivente di Insieme a Riccardo a Natale o il Gubbio summer festival nelle estati 2010 e 2011, l'acustica è buona e si potrebbe sfruttare la splendida cornice per concerti o spettacoli, che abbiamo in previsione di realizzare."
Intanto un'insegna trasparente è stata apposta al l'ingresso dell'Orto, in via Biscaccianti, che riporta orari e stemmi della Famiglia e del Comune, coinvolto nella custodia attraverso la vigilanza della polizia municipale. L'Orto sarà fruibile fino al 31 ottobre, tutti i giorni, dalle 8 alle 20.
Corriere dell'Umbria Venerdì 19 Luglio 2013




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Gubbio Notizie

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Altri articoli su Gubbio Notizie

News dalla Provincia di Perugia

Offerte di lavoro a Gubbio e dintorni